page contents
martedì , 12 dicembre 2017
Home / Itinerari Turistici / Dolomiti Lucane: Avventura ed emozioni a Pietrapertosa

Dolomiti Lucane: Avventura ed emozioni a Pietrapertosa

Basilicata in veste adrenalinica tra il volo dell’angelo e il ponte tibetano per dare un brivido in più a un amore a caccia di nuove emozioni.

La natura si è sbizzarrita tra le Dolomiti Lucane: a dimostrarlo è Pietrapertosa, pittoresco borgo che convive, da sempre, con la massiccia e quasi prepotente presenza di fantastiche rocce a cui è aggrappato. Con un’altezza pari a 1.088 metri s.l.m., il comune è il più alto della Basilicata nonché un gioiello appartenente al circuito dei Borghi più belli d’Italia tanto da essere stato scelto come scenografia per le riprese del film “Un paese quasi perfetto” scritto e diretto da Massimo Gaudioso.
L’amore non è solo sinonimo di tenerezze e dolci parole bensì, per alimentare una fiamma, è bene anche mettersi in gioco, sempre e comunque, pronti ad affrontare nuove sfide e nuove avventure insieme. Oltre a battere per un nobile sentimento, il cuore è pronto a impazzire sollecitato dalle mille e una emozioni suscitate dal Volo d’Angelo, un’attività che permette di raggiungere il vicino borgo di Castelmezzano volando a 120 km orari, sospesi a 500 metri di altezza, pronti ad abbandonarsi al vuoto e, appesi a un cavo di acciaio, si scivola nell’aria sperimentando un totalizzante senso di libertà. Quest’anno, in occasione del decennale della costruzione dell’impianto, sono state apportate diverse modifiche finalizzate a migliorare la qualità dei percorsi che portano alle rampe di lancio facilitando gli accessi tanto da Castelmezzano che da Pietrapertosa.
Pietrapertosa (PZ)
Pietrapertosa (PZ)
La paura viene meno quando è possibile condividerla con la dolce metà, un ostacolo che merita di essere superato perché, ad appagare, è un’esperienza che riempie animo e mente ed è possibile sperimentarla tanto singolarmente quanto in coppia perché, come si dice, l’unione fa la forza. Una volta rotto il ghiaccio, la voglia di adrenalina sarà ancora una volta il motore di tutto: perché metterla a tacere quando è possibile proseguire l’avventura con un’altra affascinante attrazione? Bisogna solo pazientare qualche giorno ma, dal 26 giugno, sarà possibile sperimentare una novità mozzafiato ovvero il ponte nepalese che congiunge le vie ferrate tra Pietrapertosa e Castelmezzano con oltre 70 metri di camminamento e passa sopra il “Torrente Caperrino”, una struttura sospesa nel punto centrale a ben 35 metri di altezza, come un palazzo di 12 piani.
Dopo tanto movimento vale la pena tornare con i piedi a terra e concedersi una tranquilla passeggiata nel silenzio di Pietrapertosa pronti a conoscere il suo passato che racconta il suo forte legame con il mondo arabo come si evince nella zona che, tutt’oggi, conserva l’antico nome saraceno “L’Arabata“, una piccola casbah caratterizzata da casette arrampicate tra pareti rocciose e collegate tra loro da stradine ripide e tortuose.
Le giornate sembrano volare ma la fatica si sente e, al fine di ricaricare le batterie per essere sempre pronti a rimettersi in moto, un riposo con i fiocchi è doveroso: perché scegliere una struttura qualsiasi quando è possibile vivere la magia di un albergo diffuso?

Non si parla dunque di una singola struttura bensì di case dislocate in tutto il centro abitato: è il caso di “Le Costellazioni“, una formula ricettiva che vanta la bellezza di 13 appartamenti in stile rustico sparsi per il paese e tra di esse, ognuna richiama i nomi delle costellazioni: i più romantici possono optare per la casa il “Cigno” che, una volta spenta la luce, permette di addormentarsi guardando le stelle portandosi un pezzetto di cielo in stanza che, come cantavano Mina e Gino Paoli, non ha più pareti, il tutto grazie alla finestra presente sul soffitto o ancora “Corona Boreale” che regala una vista privilegiata su una delle valli che circonda il paese.

About brigius

Potrebbe interessarti anche :

capodanno_rai

L’Anno Che Verrà la diretta da Potenza con tantissimi ospiti per brindare al 2017

l tradizionale appuntamento televisivo L’Anno che verrà , trasmesso dalla Rai che ogni anno ci traghetta dalla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*