page contents
domenica , 17 novembre 2019
Home / Ricette / Trippa e Fagioli

Trippa e Fagioli

Una semplicissima, economica, e veloce ricetta, la ‘trippa e fagioli’  , Un piatto popolare, tipico, della cucina lucana e di numerose altre regioni d’Italia.

L’utilizzo della trippa per l’alimentazione risale all’epoca dell’antica Grecia e dell’Impero Romano. I primi la utilizzavano cotta alla brace mentre i Romani ne preparavano salsicce e da allora questo alimento viene utilizzato in molteplici varianti più o meno elaborate e saporite, ogni regione italiana ha dato un’impronta differente alla sua preparazione.

La trippa è a parte dei prestomaco del bovino ed è posizionata tra l’esofago e lo stomaco.

Anche se un tempo era considerata  il cibo dei poveri, oggi le cose sono molto cambiate e sono in tanti quelli che aspettano con ansia le macellazioni del sabato per poter accaparrarsi il gustoso “scarto” animale. Ecco da dove nasce il detto: “Sabato trippa”.

Come abbiamo detto, si tratta di un alimento economico ma che, al tempo stesso, è molto nutriente e, al contrario di quanto ritenuto da molti,  anche dietetico, in quanto è molto ricco in proteine ma povero di grassi.

Prima di mangiarla è fondamentale capire come pulire la trippa.

Generalmente viene venduta già pulita sia dal macellaio che al supermercato, ciò nonostante necessita di un ulteriore ripulita che andrà effettuata in questo modo:

Innanzitutto assicuratevi di avere a disposizione una pentola grande, dell’acqua, del limone, un tagliere, un coltello affilato ed una ciotola.

1. In una pentola capiente fate bollire dell’acqua assieme a dei pezzetti di limone. Calate quindi la trippa per giusto 30 secondi e sgocciolatela.

2. Con un coltello raschiate via il grasso da entrambi i lati e rimuovete i filamenti che si formeranno.

3. Sciacquate sotto acqua corrente e mettete in una ciotola con acqua fredda e limone tagliato a tocchetti. Lasciate così per 30-45 minuti.

4. Sgocciolate nuovamente la trippa, trasferitela su un tagliere e tagliatela secondo la ricetta da preparare.

Trippa e Fagioli

Categoria: Ricette, Secondi Piatti

Porzioni 4

Trippa e Fagioli

Ingredienti

• Trippa: 400 gr.

• Fagioli cannellini, in scatola: 500 gr.

• Olio d’oliva extravergine: 50-60 mi.

• Cipolla bianca: 1 per porzione + una metà da rosolare

• Pomodori: 150 gr.

• Concentrato di pomodoro: 1 cucchiaio da tavola

• Aglio: 3 spicchi

• Prezzemolo: qualche ciuffetto

• Basilico: qualche foglia

• Salvia: qualche foglia

Istruzioni

  1. 1. Pulire e affettare finemente gli spicchi d’aglio;
  2. 2. lavare, asciugare e sminuzzare: prezzemolo, basilico e, salvia;
  3. 3. lavare e tagliare a pezzetti i pomodori;
  4. 4. pulire e affettare a dischi, la o le cipolle (dipende dan numero dei commensali);
  5. 5. sminuzzare la metà cipolla da rosolare;
  6. 6. in una pentola mettere l'olio, l'aglio, la cipolla, parte della salvia e far rosolare leggermente a fuoco medio;
  7. 7. ridurre la fiamma e, aggiungere il concentrato di pomodoro e miscelare, quindi, i pomodori, basilico, prezzemolo e salvia;
  8. 8. coprire la pentola e cuocere 10 minuti a fuoco basso;
  9. 9. aggiungere la trippa i fagioli con il loro liquido, il sale quanto basta;
  10. 10. coprire nuovamente la pentola e lasciar cuocere ulteriori 10 minuti;
  11. 11. assaggiare per testare la cottura e se necessita altro sale;
  12. 12. a cottura ultimata spegnere il fornello e, dopo aver lasciato riposare per 2 o 3 minuti, servite;
  13. 13. sistemare la cipolla e un ciuffetto di prezzemolo, in ogni piatto, non solo come decorativo;
  14. 14. i dischi di cipolla (se graditi) vanno consumati crudi insieme alla trippa e fagioli.

About Maria

Maria
Mi chiamo Maria Galante e sono un'appassionata di cucina, ma ancor di più una innamorata di questa regione..."La Basilicata", che cerco di raccontare attraverso le tradizioni culinarie, la sua storia culturale e la sua gente, calda ed ospitale. Non sono Lucana di nascita ma questa terra ed il suo popolo mi hanno conquistato sin dal primo giorno in cui ci siamo incontrati ! Un grazie a quanti, passando da questo blog, vorranno lasciare un saluto !

Potrebbe interessarti anche :

Cantucci lucani di Natale

I cantucci si preparano in diverse regioni d’Italia, a volte con nomi diversi come tozzetti nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.