page contents
domenica , 16 dicembre 2018
Home / Ricette / Animelle di vitello con cipolle

Animelle di vitello con cipolle

Quello che vi proponiamo oggi è un piatto realizzato con le frattaglie (o quinto quarto) , elemento fondamentale della nostra cultura gastronomica contadina.

Probabilmente tra di voi c’è qualcuno che non ha mai mangiato le animelle in vita sua e che storcerà un pò il naso 🙂 , ma non sa cosa si è perso,  i sostenitori parlano di un gusto intenso ma delicato, che ricorda vagamente il latte.

Le animelle sono le ghiandole salivari presenti nei bovini giovani: si tratta di una frattaglia che darà gusto al tuo piatto e che è anche ricca di proprietà nutrizionali. L’importante è non abusarne perché ha anche un’alta concentrazione di colesterolo.

Essendo facilmente deperibili, dal macellaio assicuratevi che siano fresche, controllando  che non abbiano un odore sgradevole e che il colore sia brillante.

Il nostro consiglio è quello di lavarle per bene, magari facendole riposare per almeno un ora in una salamoia acida di acqua, sale e un cucchiaio d’aceto. Procedendo poi con l’eliminazione di tutto, o almeno la maggior parte, del tegumento che racchiude le varie circonvoluzioni.

È un’operazione un pò lunga e delicata che però va fatta per non compromettere il risultato finale….ma ne vale la pena !

Veniamo dunque alla nostra semplice ricetta.

Animelle di vitello con cipolle

Porzione: 2

Animelle di vitello con cipolle

Ingredienti

200 gr circa di animelle di vitello (noce) pronte per la cottura

20 gr di burro ed un paio di cucchiai di olio evo

2 cipolle rosse, possibilmente di Tropea

1 foglia di alloro

poca farina

due dita di vino bianco

sale q.b.

pepe q.b

Istruzioni

  1. Dopo averle lavate per bene e, nel caso in cui non fossero state fatte riposare in acqua acida salata, suggeriamo di immergerle in una pentola di acqua e lasciarle cuocere per una decina di minuti.
  2. In questo modo andrà via tutta la parte più grassa.
  3. A questo punto mettete il burro e l'olio in una padella e portate a temperatura, quindi versate le cipolle e lasciate appassire per qualche minuto.
  4. Quando avranno iniziato ad appassirsi unite le animelle, che avrete precedentemente infarinato.
  5. Trascorsi alcuni minuti sfumate con del vino bianco (ma si può utilizzare anche un ottimo rosso, come l'aglianico del vulture) e fatelo evaporare tenendo la fiamma del gas abbastanza vivace.
  6. Quando tutto l'alcol sarà andato via, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per circa venti minuti.
  7. Ultimata la cottura spolverate le animelle con del pepe e sale q.b.

 

About Maria

Maria
Mi chiamo Maria Galante e sono un'appassionata di cucina, ma ancor di più una innamorata di questa regione..."La Basilicata", che cerco di raccontare attraverso le tradizioni culinarie, la sua storia culturale e la sua gente, calda ed ospitale. Non sono Lucana di nascita ma questa terra ed il suo popolo mi hanno conquistato sin dal primo giorno in cui ci siamo incontrati ! Un grazie a quanti, passando da questo blog, vorranno lasciare un saluto !

Potrebbe interessarti anche :

Carbonara Day: la nostra ricetta “light” senza uova

Si, lo sappiamo che la carbonara non è una ricetta lucana ma visto che il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.