page contents
lunedì , 16 settembre 2019

Articoli Recenti

Cavatelli con ragù lucano

Cavatelli con ragù lucano Servings: Facile Ingredienti 600 gr di polpa di maiale (fetta unica) 500 gr di cavatelli 300 gr di pomodori pelati 60 gr di fette di pancetta tesa 50 gr di lardo battuto 50 gr di pecorino (metà grattugiato, metà a lamelle) 2 spicchi di aglio un …

Leggi Tutto

Lagane e ceci

Questo piatto è detto anche ‘piatto del brigante’. Pare, infatti, che i briganti, che infestavano nella seconda metà del XIX secolo i boschi del Vulture, fossero soprannominati ‘scolalagane’, perché creduti, nella fantasia popolare, ingordi di pasta. Può essere considerato un ottimo esempio di piatto unico, in quanto fornisce adeguate quantità …

Leggi Tutto

Expo 2015: sarà presente anche la Basilicata

A Expo 2015 i vini, gli oli e le acque minerali della Basilicata La Basilicata si prepara a entrare nel mondo di Expo 2015 e lo fa attraverso i propri migliori giacimenti enogastronomici. Dal 8  al 23 maggio, infatti, i vini, gli oli e le acque minerali lucane saranno esposti …

Leggi Tutto

I Fagioli di Sarconi

Tra i prodotti più noti del potentino ci sono i fagioli di Sarconi, oggi prodotti Igp, per i quali vengono utilizzati solo ecotipi locali di cannellino e borlotto. Appartengono a queste specie i fasuli risi, tovagliedde rampicanti, fasuli russi, verdolini, napolitanau vasciu, napulitani avuti, ciuoti o regina, tabacchino, munachedda, nasieddo, maruchedda, San Michele, …

Leggi Tutto

Il Canestrato di Moliterno

Se è vero che la tradizione della lavorazione del latte risale, nell’area di Moliterno, all’epoca precristiana, non c’è da stupirsi che da questa zona provenga uno dei migliori formaggi d’Italia: il Canestrato di Moliterno, molto imitato e fortunatamente tutelato da un Consorzio istituito nel 2001 e dal marchio IGP. Moliterno …

Leggi Tutto

Gli Gnummareddi

Gli ”gnummarieddi” sono degli involtini tipici di tutto il Sud Italia ed in particolare della tradizione pugliese, lucana e molisana. Si tratta di  frattaglie avvolte dalle sue stesse carni e che ha suggerito il poeta teatrale Raffele Chiurazzi (Napoli 1875 -1957) nella sua poesia “o scartellato” – Comm’ ‘a nu gliummariello arravugliato, steva assettato, muorto …

Leggi Tutto

La picciddata lucana – (o scarcèdda)

La Picciddata è’ un pane, sia salato che dolce, tipico della tradizione pasquale fatto con le uova sode, diffuso con tutte le sue varianti in Sicilia, Calabria, parte della Puglia e della nostra Basilicata, così come della Campania. A Matera questo dolce viene chiamato “pannaredda“, in Puglia si chiama “scarcella” …

Leggi Tutto

Escursione tra i pini loricati del Parco Nazionale del Pollino

Un intreccio tra uomo e natura. Il Parco Nazionale Del Pollino è la più grande area protetta di nuova istituzione in Italia. Tra le vette del Dolcedorme e di Cozzo del Pellegrino e gli orizzonti che si disegnano sulle acque del Tirreno e dello Jonio, lungo il massiccio montuoso calabro-lucano …

Leggi Tutto

Strascinati con salsiccia e ricotta

In un’economia povera come è stata quella lucana, fondamentale importanza ha sempre avuto il “primo piatto”, di solito realizzato con pasta fatta in casa e unita a legumi o verdure…… Fino alla metà del 700 non risulta esservi in Basilicata una produzione per la vendita. La pasta veniva lavorata in casa …

Leggi Tutto

Baccalà con i peperoni cruschi

Piatto tipico di un paese di montagna della Basilicata, Avigliano. In passato, l’unico pesce che queste comunità montane riuscivano a reperire e conservare per lungo tempo sotto sale era il baccalà. A questo si è unito la bontà di un prodotto tipico che è il peperone crusco. Si tratta di …

Leggi Tutto
La Basilicata...esiste ! Sapori Lucani nasce dall'amore profondo per questa terra straordinaria. Un viaggio emozionante attraverso le strade dei sapori e dei profumi che legano l’enogastronomia ai suggestivi paesaggi di una terra antica, intrisa di tradizioni secolari che si basano sulla natura del suo territorio dal quale traggono linfa vitale. Per decine d’anni la Basilicata ha vissuto, se non esclusa, ai margini delle direttrici turistiche dell’enogastronomia, imbottita di cultura assistenziale, che ha soffocato lo sviluppo dell’artigianato e della piccola impresa agro alimentare. Una regione piena di risorse naturali, abbandonata alla piccola iniziativa privata che nonostante tutto ha resistito, impavida, preservando così le chicche gastronomiche che oggi fanno della Lucania la custode gelosa di prodotti di nicchia, dove la cucina si fonde con il territorio e la tradizione. Ai nostri lettori chiediamo di partecipare e rendere questo blog un luogo di incontro, segnalando e proponendo ricette, eventi e notizie riguardanti il territorio.
<script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"></script> <!-- CRAL ASTS 2 --> <ins class="adsbygoogle" style="display:block" data-ad-client="ca-pub-7230237256547843" data-ad-slot="4156774260" data-ad-format="auto" data-full-width-responsive="true"></ins> <script> (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); </script>

Articoli recenti